Crea sito

All’ombra della torre pendente!

 All’ombra della torre pendente!

Un’immagine della Piazza del Duomo con la Torre pendente

La prima pietra per la sua costruzione fu posta nel 1173 in occasione della ricorrenza dell’Assunta e deve la sua fama al cedimento delle fondazioni e alla conseguente inclinazione. Grazie quindi a questa anomalia la torre è diventata uno dei  monumenti più visitati e fotografati del mondo. Inoltre, fa parte della bellissima Piazza del Duomo che D’Annunzio definì “miracolosa”.

Ma la famosa torre, a causa della sua inclinazione, rischiava di cadere e dal 2001 al 2013 il Gruppo di sorveglianza ha effettuato degli interventi  che hanno ridotto la sua inclinazione di 2,5 centimetri. Si tratta di un’opera di grande ingegneria che ha salvato un monumento di alta architettura rendendolo sicuro per il pubblico. Grazie a questa serie di interventi la Torre, nel corso degli ultimi anni, si è raddrizzata, ma ha conservato il suo ruolo di emblema di Pisa.

Il futuro del campanile infatti è roseo perché secondo gli esperti rimarrà sostanzialmente fermo. E di questo sono riconoscenti i i pisani perché grazie alla famosa pendenza della torre la città è riuscita a far ammirare anche le altre  bellezze come la Cattedrale marmorea dedicata a Santa Maria Assunta, il Battistero intitolato a San Giovanni Battista e il Camposanto monumentale. Tutte queste opere fanno parte della Piazza del Duomo che nel 1987 è stata inclusa dall’Unesco tra i Patrimoni dell’Umanità.

Pisa si trova a soli 4 metri sul livello del mare, ha una popolazione di 88.627 abitanti e il suo patrono è San Ranieri che si festeggia il 17 giugno.

Pisa è anche l’Arno. Lungo le sue insenature e il suo corso, attraversato da 5 ponti, temporeggiano placidi battelli e vi si affacciano palazzi e monumenti che ne raccontano la sua storia perché i Lungarni sono come un libro che celebra quella Repubblica Marinara le cui tradzioni sono mantenute vive nei 4 quartieri del centro storico.

Comments

comments

You may also like...